I Musicisti - FrescobaldiFestival

Privacy Policy
Vai ai contenuti
Schola Gregoriana Seraphica,
di giovane fondazione, è composta da cantori provenienti dalla Cappella Musicale Costantiniana della Basilica dei Ss. XII Apostoli. Lo scopo che si prefigge è quello di tenere viva – attraverso lo studio e le esecuzioni liturgiche e concertistiche del Canto Gregoriano – la fonte originaria sempre fresca del canto cristiano occidentale.
La direzione è affidata a p. Gennaro M. Becchimanzi dell’Ordine dei Frati Minori Conventuali di Napoli.

Alessandra Pagliari / Gemma Chiacchio / Giorgia Montini / Hyun Su Seo / Irene Pasqua / Livia Bevilacqua / Lorenza Faruolo / Maria Regina Puccillo / Rosa Marasco / Sandra Bianchi / Sara Caporelli.
p. Gennaro M. Becchimanzi
 
 
Cantore e docente di canto e musica per la sacra liturgia, Gennaro M. Becchimanzi (Napoli, 1967) è frate francescano e sacerdote della Provincia religiosa di Napoli. Attualmente risiede a Roma presso la Basilica dei Ss. XII Apostoli (Curia Generale dell’Ordine dei Frati Minori Conventuali) in qualità di maestro di cappella e di vice-parroco.
 
 
Formazione
 
 
(1988)
 
Ha conseguito il diploma in Pianoforte Principale al Conservatorio “Nicola Sala” di Benevento sotto la guida dei maestri Salvatore Operetto e Roberto Daina.
 
 
(1999)
 
Ha conseguito gli studi di Filosofia e Teologia presso l’Istituto Teologico di Assisi (I.T.A.).
 
 
(2002)
 
Si è perfezionato in Canto Gregoriano, conseguendo il grado di Magistero al Pontificio Istituto di Musica Sacra di Roma con i maestri Alberto Turco e Nino Albarosa.
 
 
Ruoli e collaborazioni
 
in organismi accademici ed enti nazionali ed internazionali di Musica Sacra
 
 
(2004-2006)
 
Assistente del prof. A. Turco presso la cattedra di Canto gregoriano del Pont. Ist. di Musica Sacra di Roma.
 
 
(2009-2012)
 
Docente nei Corsi di Canto Gregoriano promossi dal Pont. Ist. di Musica Sacra di Roma.
 
 
(dal 2008)
 
Docente effettivo di Canto gregoriano presso il Centro Cattolico di Mosca.
 
 
(2008-2011)
 
Insegnante di Canto gregoriano nei corsi nazionali per animatori liturgico-musicali promossi dalla Conferenza Episcopale Italiana (Co.Per.Li.M).
 
 
(2009-2014)
 
Insegnante di musica sacra e animazione liturgica presso i Seminari francescani Seraphicum (Roma), La Vigna (Roma) e Franciscanum (Assisi).
 
 
(dal 2009)
 
Direttore della Cappella Musicale Costantiniana della Basilica dei Ss. XII Apostoli – Roma.
 
 
(dal 2010-2012)
 
Consultore e membro del gruppo di studio per la musica sacra della Conferenza Episcopale Italiana per la pubblicazione dell’Appendice musicale alla III editio typica del Messale Romano in lingua italiana.
 
(dal 2010)
 
Direttore del Laboratorio liturgico-musicale Date a Dio splendida lode per la formazione liturgica e musicale degli animatori della sacra liturgia. Attività in collaborazione con l’Ufficio liturgico del Vicariato di Roma, il Pontificio Ateneo S. Anselmo e la Conferenza Episcopale Italiana.
 
 
(dal 2011)
 
Tiene periodicamente Master-class di Canto Gregoriano presso la Basilica dei Ss. XII Apostoli di Roma e il Pontificio Istituto S. Anselmo di Roma.
 
 
(dal 2012)
 
Fondatore e direttore del coro femminile Schola Gregoriana Serafica.
 
Ideatore e organizzatore del Frescobaldi International Festival of Music.
 
 
 
Attività concertistica e registrazioni di musica sacra
 
 
Dal 2000 al 2015 ha svolto un’intensa attività concertistica in Italia e all’estero (Svizzera, Grecia, Ungheria, Belgio, Francia, Messico, Russia, Filippine, Giappone, Corea, Islanda, Croazia) in qualità di solista, con la Nova Schola Gregoriana di Verona.
 
 
Ha al suo attivo molte registrazioni di canto gregoriano tra cui:
 
-          Kyriale, cofanetto di 4 CD contenenti l’esecuzione di tutte le Messe gregoriane, edito da Tactus e Melos Antiqua.
 
-          Incanto Serafico, 2 CD contenenti produzione musicale francescana dal 1230 ai nostri giorni, promossa dall’Ordine dei Frati Minori Conventuali e dalla Conferenza Intermediterranea dei Ministri Provinciali.  
 
 
 
Pubblicazioni recenti
 
 
In qualità di cantore solista
 
Liber gradualis, ed. Melos Antiqua, un’opera monumentale che prevede la registrazione dell'intero  Graduale Romanum secondo gli studi semiologici più aggiornati
 
- Fascicolo I    (2009) Tempus Adventus
 
- Fascicolo II  (2010) Tempus Nativitatis     
 
- Fascicolo III (2011) Tempus Quadragesimae (1: in Dominicis)
 
- Fascicolo IV (2012) Hebdomada Sancta
 
- Fascicolo V  (2013) Tempus Paschale (1: in Dominicis et in Festo Ascensionis)
 
- Fascicolo VI (2016) Tempus per Annum I-XVII
 
In qualità di musicista-compositore
 
-          Gregoriano Simplex, collana (previsti 7 volumi) che propone gli accompagnamenti organistici al Graduale Simplex, Volume I (2008) in collaborazione con il M° Dom Theo Flury.
 
-          Officina Gregoriana (prossima uscita 2018), accompagnamenti organistici ai brani gregoriani di tradizione popolare, in collaborazione con il M° Dom Theo Flury, Collana Didattica e saggistica del Pontificio Istituto di Musica Sacra – Roma.
Edoardo Bellotti
Organista e clavicembalista pavese, Edoardo Bellotti si è esibito come solista nei più importanti festival in Europa, USA, Canada, Corea e Giappone. Accanto agli studi musicali (Organo e Composizione Organistica e Clavicembalo) ha completato quelli umanistici (Lettere e Filosofia e Teologia).
Alle attività concertistica e di insegnamento unisce la ricerca musicologica, pubblicando articoli, saggi ed edizioni critiche di musica organistica e partecipando con contributi personali a conferenze e simposi internazionali. Ha curato le prime edizioni critiche di importanti fonti seicentesche sulla prassi esecutiva e sull’improvvisazione quali L’Organo Suonarino (1605) di Adriano Banchieri e la Nova Instructio (1670) di Spirdion a Monte Carmelo.
Numerose sono le registrazioni radiofoniche e discografiche effettuate su organi storici, recensite con ottimi giudizi dalla critica.
Edoardo Bellotti è stato docente in diverse istituzioni musicali ed universitarie tra cui il Pontificio Istituto Ambrosiano di Musica Sacra di Milano, i Conservatori di Udine e di Trento e la Musikhochschule di Trossingen (Germania). Dal 2012 al 2018 è stato Professore di organo, clavicembalo e improvvisazione presso la Eastman School of Music, Università di Rochester, USA e dall’ottobre 2018 occupa la cattedra di organo, tastiere storiche ed improvvisazione alla Hochschule für Künste di Brema (Germania).

Enrico Baiano
è oggi considerato uno dei più completi ed interessanti interpreti sulla scena della musica antica. Nel suo approccio interpretativo si combinano sapientemente rigore storico-stilistico, libertà espressiva e grande virtuosismo; una non comune capacità di sfruttare le risorse timbriche ed espressive del clavicembalo gli permette di realizzare crescendo, diminuendo, cantabilità ed effetti orchestrali che rendono ogni concerto un evento.
 
Ha registrato otto cd per l’etichetta ‘Symphonìa’, ora in corso di ripubblicazione per le etichette IMD Music, Pan Classic e Glossa, tutti accolti entusiasticamente dalla critica e più volte premiati; un altro cd dedicato alle Sonate di Scarlatti, pubblicato dall’etichetta Stradivarius, ha vinto il Premio Speciale della Critica Classica di “Musica & Dischi” come miglior album 2013 nella sezione “classica strumentale italiana”.
 
Per Limen Arts ha registrato in cd e dvd: J. S. Bach, Il Clavicembalo ben temperato (eseguito su clavicembalo, clavicordo e fortepiano) e, con il flautista Tommaso Rossi Sonate per traversiere e tastiera (fortepiano). Le produzioni Limen sono scaricabili anche presso il sito www.limenmusic.com.
 
Enrico Baiano è tra i maggiori studiosi ed interpreti della musica di Domenico Scarlatti. Altri autori ai quali dedica studio approfondito sono i virginalisti inglesi, Henry Purcell, Louis Couperin, i maestri del Seicento napoletano (Giovanni de Macque, Ascanio Mayone, Giovanni Maria Trabaci, Giovanni Salvatore, Gregorio Strozzi ecc.), Girolamo Frescobaldi, Johann Jakob Froberger, Jean-Philippe Rameau, Johann Sebastian Bach, Carl Philip Emanuel Bach, Franz Joseph Haydn, Wolfgang Amadeus Mozart, Muzio Clementi.
 
Ha preso parte a diverse trasmissioni televisive e radiofoniche italiane ed estere e a due film-documentario del  regista Francesco Leprino: “Sul nome B.A.C.H.” e “Un gioco ardito” (su Domenico Scarlatti).
 
Tra le sue pubblicazioni ricordiamo: Metodo per clavicembalo, edito da Ut Orpheus e tradotto in cinque lingue; Le Sonate di Domenico Scarlatti (in collaborazione con Marco Moiraghi), edito da LIM - Libreria Musicale Italiana; Il discorso musicale, in La narrazione al plurale (a cura di S. Messina), edito da Gaia; Mille fughe, pause e riprese – Clavicembalisti napoletani del Seicento, di prossima pubblicazione per Edizioni Turchini.
 
E’ docente di clavicembalo, clavicordo e fortepiano presso il Conservatorio ‘Domenico Cimarosa’ di Avellino.
Matteo Imbruno,
organista titolare della  Oude Kerk di Amsterdam e del  museo “Hermitage Amsterdam”, ha studiato a Bologna, Rotterdam e Lubecca.
Concertista di fama interazionale si é esibito nei piú prestigiosi festival organistici  di tutto il mondo quali: Roma, Copenaghen, Stoccolma, Madrid, Londra, Berlino, Vienna, New York, San Francisco, Tokyo, Rio de Janeiro, ecc…. Ha inoltre suonato diverse volte a due organi con Gustav Leonhardt.
 
Viene spesso invitato a far parte delle giurie di concorsi organistici internazionali e gli sono affidati frequentemente corsi di specializzazione da numerose istituzioni musicali.
 
É stato professore ospite presso il conservatorio di Firenze, Monopoli, L’Aquila, Foggia, Pesaro, Fermo, Benevento, Buenos Aires, Rosario, Mendoza  (Argentina), Montevideo (Uruguay), Providence, Oberlin, New York e Phoenix (USA)
 
Ha inciso 8 CD e un DVD per diverse case discografiche, accolti molto favorevolmente dalla critica. Ha anche effettuato registrazioni per la BBC Radio Londra.  
 
Inoltre é direttore artistico dell’Accademia di Musica Italiana per Organo di Pistoia (I), del Concorso Organistico Internazionale "Jan Pieterszoon Sweelinck".
Alessandro Albenga
ha compiuto gli studi musicali presso il Conservatorio “S.Cecilia” di Roma, diplomandosi in Pianoforte e in “Organo e Composizione Organistica”.
Si è quindi perfezionato presso le Accademie Organistiche di Pistoia, Meaux (Francia) e Haarlem (Olanda).
 
Ha collaborato con importanti gruppi vocali e strumentali, fra i quali l’ensemble Il Teatro Armonico, l’ Orchestra Barocca Italiana, l’Orchestra Sinfonica della R.A.I. di Roma, l’Orchestra Sinfonica dell’Accademia Nazionale di S.Cecilia, l’ Academia Montis Regalis, l’Orchestra della Diocesi di Roma, il coro Musicanova, il gruppo Festina Lente e l’ensemble Seicentonovecento.
 
Attivo come solista di organo in Italia e all’estero, dal 1987 al 2002 è stato organista dell’Arcibasilica di S. Giovanni in Laterano: sul più antico degli storici organi della Cattedrale di Roma (il celebre “Luca Blasi”, costruito in occasione del giubileo del 1600) ha registrato un CD di musiche cinque-secentesche di ambito romano che ha riscosso lusinghieri consensi di pubblico e critica.
 
È docente di Organo presso il Conservatorio “Licinio Refice” di Frosinone: nello stesso istituto tiene anche il corso di “Accordature e Temperamenti”
 
Ha tenuto concerti e masterclasses per conto dell’Istituto dell’Organo Storico Italiano, dell’Accademia Internazionale d’Organo di Smarano (Trento) e presso il Lemmensinstituut di Lovanio (Belgio).
 
Attualmente è organista della Cappella Musicale di S. Maria dell’Anima in Roma.
Riccardo Tiberia
nasce a Ceccano (FR) il 9 Dicembre del 1992. Inizia la sua formazione musicale a 6 anni, presso la Scuola Comunale di Ceccano, sotto la guida del M° Luigi De santis ed il M° Camillo Savone. Dal 2007 è stato studente di Organo, presso il Conservatorio Licinio Refice di Frosinone, sotto la guida del M°Alessandro Albenga.
Dal 2008 inizia la sua attività concertistica come Corista, Pianista ed Organista. Dal2008 al 2014 è stato Organista presso la chiesa di S.Maria a Fiume in Ceccano e del Coro Polifonico diretto dalla M° Chiara Olmetti, con il quale ha svolto attività in ambito parrochiale e dove ha tenuto vari concerti (sia come Organista che Corista). Dal2012 è Organista del coro Josquin Des Pres diretto dal M° Mauro Gizzi e del coro Alitalia diretto dal M° Paolo Scurpa, dove svolge tutt'ora numerosi concerti principalmente nella provincia di Roma e Frosinone. Dal 2014 è Organista del coro comunale di Villa S. Stefano (FR) diretto dal M° Guido Iorio, dove svolge numerosi concerti anche nella provincia di Latina.
Nello stesso anno studia Improvvisazione Organistica con il M° Concezio Panone ( Docente di Organo presso il Conservatorio Licinio Refice di Frosinone) inoltre, sempre nello stesso anno, partecipa come "esecutore" al seminario tenuto da quest'ultimo su MAX REGER. Dal 2015 al 2018 è stato Organista presso la chiesa di S. Giovanni Battista in Ceccano. Si laurea in Organo e Composizione Organistica nel luglio del 2017 con il massimo dei voti e la lode, sotto la guida del M° Alessandro Albenga. Attualmente è attivo nel mondo concertistico come solista, partecipando a festivals e rassegne Organistiche. Tra le numerose attività spiccano la partecipazione come ospite alla “7^ Festa Organistica” nella costiera Amalfitana presso Campinola di Tramonti (SA) nel Settembre 2018 e al “Roma Festival Barocco” tenutosi nell’Ottobre 2018 a Roma. Ha partecipato nel 2011 al corso di perfezionamento tenuto dal M° Luc Ponet (presso il Licinio Refice (FR), nel 2016 ai corsi di perfezionamento tenuti dal M° Elisa Teglia (presso il Licinio Refice (FR) e M° Liuwe Tamminga (a Scanno (AQ), infine nel 2018 ha partecipato alla Masterclass tenuta dal M° Edoardo Bellotti a Pavia (PV) eM° Ludger Lohmann a Trieste (TS).
GILBERTO SCORDARI
ha studiato presso il Conservatorio ‘San Pietro a Majella’ di Napoli, ottenendo nel 2006 il Diploma di Organo (M° A. Robilotta) con lode e menzione speciale e nel 2007 la Laurea di I livello in Teoria e Tecniche della Composizione musicale (M° E. Renna) con il massimo dei voti e la lode. In seguito, si è perfezionato nella musica antica presso la celebre Schola Cantorum di Basilea (Svizzera), ottenendo nel 2010 un Master di alto perfezionamento con lode sotto la guida del M° Wolfgang Zerer, risultato che gli ha garantito il Premio come miglior Diplomato del 2010 dal Basler Organistenverband. Nel 2011 ha portato a compimento con il massimo dei voti il Baccalaureato in Sacra Teologia presso la Pontificia Facoltà Teologica Meridionale di Napoli (sezione ‘San Luigi’), con una tesi sul rapporto fra la Toccata e Fuga BWV 538 di Bach e una pericope del Vangelo secondo Giovanni.
 
Si è esibito come solista su tutto il territorio nazionale ed in altri paesi europei ed extraeuropei (Francia, Svizzera, Germania, Olanda, Bolivia, Messico, USA), partecipando a rassegne prestigiose (Organi storici della Campania - Maggio dei Monumenti (Napoli), Museumsnacht - Mimiko (Basilea), Festival Callinet Alsace (Francia), Festival Internacional de Organo de Morelia (Messico), etc.; ha inoltre ricevuto il primo premio ex-aequo al Concorso organistico nazionale ‘Città di Viterbo 2005’.
 
 
Ha collaborato come accompagnatore per vari cori francesi (Pétits Chanteurs Limousins, Altitude e Mâitrise della Cattedrale di Strasburgo); con la Mâitrise ha registrato il CD ‘Trésor de joie’ (JADE 2012, dir: Cyprien Sadek), incentrato sulla musica sacra francese dei secoli XIX e XX. E’ continuista del rinomato ensemble Gilles Binchois (dir.: Dominique Vellard) e degli ensembles di Musica Antica Zenit, Prothimia, Hortensia Virtuosa, Fancy Bred, Ruah e De Finibus Terrae (quest'ultimo da lui stesso fondato nel 2014).
 
 
Svolge regolare attività compositiva: alcune delle sue composizioni sono state eseguite nel quadro di importanti manifestazioni internazionali (Symposium Komposition SCB Basel, International Organfestival Haarlem, etc.). Il suo brano ‘Toccata in fuga’ per organo ha ricevuto il terzo premio ex-aequo al Concorso di Composizione ‘A. Manoni 2006’ di Senigallia (AN). E' in corso un progetto di scrittura – in collaborazione col compositore francese Dominique Vellard – di un'opera per coro, soli ed ensemble strumentale ispirata al 'Piccolo Principe' di Saint-Exupéry.
 
 
Organista titolare della Basilica dei ‘Santi XII Apostoli’ di Roma dal 2011 al 2012 e ivi co-fondatore (assieme a fra’ Gennaro Becchimanzi) del Frescobaldi Festival, ha pubblicato a gennaio 2016 il primo dei tre volumi dedicati ai Fiori Musicali di Girolamo Frescobaldi (insieme al M° Anna Robilotta): una nuova idea di pubblicazione musicale che comprende partitura, analisi e CD (AREMU 2016).
 
 
Fondatore e Direttore artistico dei Festivals MARETERRA e BARION in Puglia, vive attualmente a Bari, dove ricopre l'incarico di Organista della Cattedrale.
Salvatore Lamberti,
nato a Napoli ha mostrato fin da piccolo una grande passione per la musica e in particolare per l’Organo, suo strumento prediletto. Ha studiato presso il Conservatorio S. Pietro a Majella di Napoli sotto la guida di Anna M. Robilotta con la quale continua ad approfondire le grandi opere di J. S. Bach e      G. Frescobaldi. Fruttuoso l’incontro con i Maestri Theo Flury e Alberto Turco ai quali deve l’amore per l’improvvisazione e il Gregoriano, che coltiva con straordinario interesse insieme al repertorio liturgico e barocco. Parallelamente  agli studi musicali, ha intrapreso lo studio teologico, conseguendo il “Baccalaureato in Teologia e la “Licenza in Teologia Pastorale Profetica” nella Pontificia Facoltà dell’Italia Meridionale di Napoli (sezione S. Tommaso). Presso la medesima istituzione, (sezione S. Luigi), ha seguito il corso di “Alta Formazione di Arte e Teologia”, e il corso di “Alta Formazione Insegnare la religione con l’arte”. Da diversi anni segue con costanza i corsi di Canto Gregoriano tenuti dai Maestri Alberto Turco e Fulvio Rampi. Attualmente è iscritto al Master universitario di II livello in “Studiis de Musica ad Liturgiam” presso il Pontificio Ateneo S. Anselmo di Roma. In qualità di organista, ha preso parte a varie manifestazioni musicali organizzate dal Conservatorio partenopeo in occasione di eventi celebrativi: concerto per l’anniversario della morte di Bach (2004 e 2005); Orgelbüchlein, capolavoro bachiano, a cura del M° Anna M. Robilotta, inciso con la classe di Organo nel 2006, eseguito nella Sala Scarlatti del Conservatorio nel 2007, e replicato successivamente nella Basilica di S. Chiara. Nel 2014 ha frequentato la “MasterClass per Organo di Analisi e Prassi Esecutiva sui “Fiori Musicali” (Messa degli Apostoli) di G. Frescobaldi, (M° A. M. Robilotta – G. Scordari) organizzata dall’Associazione “Amici della Musica “Fedele Fenaroli” (Lanciano), partecipando al concerto finale presso la Chiesa di Santa Giovina. Nello stesso anno ha conseguito col massimo dei voti, il Diploma Accademico di I Livello in Organo con una tesi su “L’Organo nella Liturgia” (relatore               Mons. Vincenzo De Gregorio). Nel 2017 ha partecipato alla Masterclass per organo su J. S. Bach con Ton Koopman e T. Mathot, presso il Conservatorio di Musica San Pietro a Majella di Napoli.
Ha frequentato il corso inferiore di Composizione (M° G. Panariello) e conseguito col massimo dei voti e la lode il Diploma Accademico di II Livello in Musica da Camera (M° V. Lambiase) con una tesi su “Le opere Sacre di Nino Rota”. Nel 2016 ha partecipato al corso di Organo Liturgico e Improvvisazione Organistica con Theo Flury presso il Pontificio Istituto di Musica Sacra a Roma. Nel 2017 ha conseguito il Diploma del “Corso di Perfezionamento Liturgico – Musicale” organizzato dall’Ufficio Liturgico Nazionale della Conferenza Episcopale Italiana. Insegnante di Religione Cattolica presso il Liceo Statale “Ischia”. Organista presso la Cattedrale del Duomo di Aversa, svolge attività artistica sul territorio campano, collaborando con solisti e gruppi vocali di varia formazione.
L’Ensemble Seicento Stravagante
è stato creato nel 2018 ed è formato da David Brutti al
cornetto e da Nicola Lamon all’organo e clavicembalo. Il duo è specializzato nell’esecuzione di
musica del Rinascimento e del primo 600’, con particolare attenzione su quanto di meglio si
poteva ascoltare nell’ambito della cultura del virtuosismo strumentale delle corti italiane.
David Brutti
è nato a Foligno nel 1979.
Ha studiato saxofono con Jean-Marie Londeix e Marie Bernadette Charrier presso il Conservatorio di Bordeaux, ottenendo la “Medaille d’Or”, e con Pier Narciso Masi presso “Accademia Pianistica Internazionale di Imola”, ottenendo il Master in Musica da Camera. Dal 2000 al 2008 David Brutti è stato
premiato in oltre quindici competizioni internazionali e nazionali tra cui il Gaudeamus Interpreters Competition 2007 – Amsterdam, e “What’s next 2006"  Nuova Consonanza e gode di un'intensa attività concertistica nel mondo della musica contemporanea, jazz e classica.
Nel 2012 inizia lo studio del cornetto e della prassi musicale Rinascimentale e Barocca con Andrea Inghisciano. Frequenta inoltre i corsi di Josué Melendez, Anais Chen, Claudia Caffagni, Kees Boeke, Marco Ferrari.
Ha collaborato tra gli altri con Odhecaton, Antonio Florio (Cappella Neapolitana), Accademia Bizantina, Ensemble (dir. Ottavio Dantone), “il Gusto Barocco” - Stüttgart (dir. Jörg Halubek), L’Estro d’Orfeo, Modo Antiquo (dir. Federico Maria Sardelli), Cappella Marciana - Venezia, Cappella Musicale di S. Petronio - Bologna, Lautten Compagney (dir. Wolfgang Katschner), Gabriel Garrido; si esibisce in numerosi festival di musica classica e di musica antica come Festival Claudio Monteverdi (Cremona), Trigonale 2016 (Maria Saal - Austria), Sagra Musicale Umbra, Ravenna Festival e nei principali teatri, chiese e sale da concerto come Teatro Regio - Torino, Teatro Olimpico - Vicenza, Teatro Ponchielli - Cremona, Mannheim Nationaltheater, Auditorium Haydn - Bolzano, Teatro Abbado - Ferrara, Ravenna Festival.
Nel dicembre del 2015 viene selezionato per partecipare al Laboratorio “Se la face ay pale” tenuto da Claudia Caffagni e organizzato da Fondazione Benetton Studi Ricerche e almamusica433 con il quale inciderà la Missa “Se la face ay pale” di G. Dufay per Amadeus.
Ha effettuato registrazioni Stradivarius, Arcana, Amadeus, Brilliant Classics, Bongiovanni, Radio Vaticana, ORF1 e Tactus.
Nicola  Lamon
ha compiuto gli studi musicali al conservatorio “B. Marcello" di Venezia diplomandosi nel 2001 con il massimo dei voti e la lode sia in Organo e composizione organistica con Elsa Bolzonello Zoja che in Clavicembalo con Sergio Vartolo e Marco Vincenzi.
Ha conseguito inoltre il diploma in Canto Gregoriano a pieni voti con Lanfranco Menga.
Ha partecipato a numerosi corsi di perfezionamento presso varie accademie internazionali: in organo e improvvisazione con H. Davidsson e W. Porter a
Smarano (TN), con J. L. Gonzalez Uriol a Daroca (Spagna), presso l'Accademia Chigiana di Siena, per il clavicembalo, con Cristophe Rousset, conseguendo il diploma di merito.
Ha ottenuto diversi riconoscimenti in vari concorsi nazionali e internazionali: in organo il terzo premio a Borca di Cadore nel 2001 e nel 2005, il primo premio a Viterbo nel 2003 e il terzo premio a Fano Adriano (TE) nel 2006; in clavicembalo il primo premio a Fusignano (RA) nel 2003 e il primo premio a Pesaro nel 2005.
Segue e studia con particolare interesse il rapporto canto gregoriano, organo,
liturgia, musica vocale e basso continuo, ricoprendo la carica di organista presso la prestigiosa basilica di San Marco in Venezia.
Svolge inoltre attività di organista e clavicembalista continuista in diverse formazioni collaborando inoltre come tale a masterclass e corsi di perfezionamento.
E’ stato docentepresso il conservatorio “C. Pollini di Padova” di pratica della tastiera e lettura del repertorio vocale. Attualmente svolge attività di
accompagnatore al clavicembalo presso i conservatori Arrigo Pedrollo di Vicenza e Agostino Steffani di Castelfranco Veneto (TV). E’ impegnato altresì nella monumentale esecuzione integrale dei due libri del Clavicembalo ben temperato di J. S. Bach.
ANAÏS CHEN
Dopo gli studi in violino moderno a Zurigo, Detmold e Berlino, Anaïs Chen si è dedicata al violino barocco, diplomandosi a Berlino e Basilea.
Ha vinto vari premi internazionali (Telemann, Biber, Bonporti, Graun, Genova Nervi) e suona come spalla o solista con La Nuova Musica London, Il Gusto Barocco Stuttgart, Freitagsakademie Bern e altri.
È fondatrice dell'Ensemble Daimonion e del Duo L'Istante e ha insegnato alla Hochschule für Musik Karlsruhe come docente per violino barocco.
I suoi dischi ricevano delle critiche entusiaste, e la sua incisione discografica 6 sonate per violino di François Francoeur con il label passacaille ha ricevuto un Diapason d'Or.
Le piace realizzare dei progetti che combinano musica antica con elementi contemporanei, come ad esempio in EntreTemps, performance per sei musicisti e 2 ballerini con musica da ballo rinascimentale e barocco con danza contemporanea e storica.
Chiara Tiboni,
clavicembalista, è titolare della Cattedra di Clavicembalo e tastiere storiche e coordinatore del Dipartimento di Musica Antica presso il Conservatorio Statale di Musica “L. Refice” di Frosinone.  
 
Vive a Roma ed è il Presidente e Direttore artistico dell’ Associazione Musicale L’Architasto, il cui intento, in particolare, è rivalutare gli antichi strumenti da tasto (clavicembalo, clavicordo, organo, fortepiano). Dal 2008 organizza il “Festival Internazionale de L’Architasto: il clavicembalo” cercando di rinnovare lo splendore che la tastiera aveva raggiunto a Roma nel diciassettesimo e diciottesimo secolo.
 
Dal 2012 è anche Direttore artistico del Festival Frescobaldi che si svolge annualmente presso la Basilica dei SS. XII Apostoli in Roma giunto all’ ottava edizione.
 
Ha approfondito in modo particolare la conoscenza della teoria e della prassi esecutiva della musica antica sotto la guida del M° Kenneth Gilbert, con il quale ha studiato all’Accademia Chigiana di Siena e sempre sotto la sua guida presso la Hochschule für Musik “Mozarteum” di Salisburgo, conseguendo il diploma di virtuosismo nel 1990.
 
Si è in seguito specializzata in basso continuo conseguendo un master in Maestro al Cembalo presso il Conservatorio S. Cecilia di Roma con M° Federico Del Sordo.
 
Ha intrapreso una intensa attività concertistica che l’ha vista impegnata, con successo, in Europa, Canada, Usa. Ha suonato per importanti enti lirico-sinfonici e ha eseguito numerosi concerti da solista e in formazioni cameristiche a Roma, Praga, Newcastle upon Tyne, Oxford, Edimburgo, Dublino, Varsavia, Toronto, Washington, Budapest, Lisbona, Santander, invitata dall’Istituto Italiano di Cultura del Ministero degli Esteri e dall’Università di Musica di Oxford e Newcastle upon Tyne.
 
Collabora come concertista solista in trasmissioni radiotelevisive ed effettua registrazioni ed incisioni per la RAI,  per la quale incide nel 1991 musiche inedite per clavicembalo di Giovanni Maria Trabaci (1575-1647).  
 
Nel 2013, con la violoncellista e gambista Giovanna Barbati e il violinista Lorenzo Colitto fonda l’ Ensemble MuSiqua. Questo Ensemble nasce dall'incontro di affermati musicisti che da anni collaborano come prime parti con le orchestre barocche più importanti in Europa. Hanno collaborato con  l’ ensemble alcuni tra i migliori interpreti della musica antica tra i quali il soprano Gemma Bertagnolli e il baritono Furio Zanasi.
Torna ai contenuti